Officina Meraviglia

Ancora non ci conoscete: siamo una cooperativa di comunità che svolge la sua attività a Vetralla, una città di origine medievale nel territorio della Tuscia, avente un patrimonio storico-artistico di notevole importanza.

Ciò che dovete sapere di noi: il nostro sogno è di far nascere un polo culturale che rivitalizzi il volto della città.

La nostra idea è quella di creare, nella stagione estiva, un cinema-arena dove coniugare spettacoli teatrali, concerti di musica jazz e folk e servizi di enogastronomia sostenibile. Nel proseguo dell’anno continueranno le attività culturali: saranno invitati registi e attori per tenere masterclass, autori per la presentazione di libri e maestranze per la realizzazione di corsi di scrittura, sceneggiatura, poesia e fotografia.

Inoltre la nostra sede potrà fornire accoglienza ai pellegrini in viaggio sulla via Francigena e ai turisti d’occasione.

L’inizio delle attività sarà ottenuto dai finanziamenti del crowdfunding.

Cosa ci proponiamo di fare

L’obiettivo, sarà quello di raggiungere la cifra di 10.000 euro per la formazione della cooperativa e per le prime spese di logistica:

  • affitto locali
  • noleggio o acquisto attrezzatura audio-video per cinema, teatro e concerti
  • spese di promozione pubblicitaria mutimediale e cartacea (sito web, manifesti, locandine, ufficio stampa).

Poi sarà il nostro operato a far fruttare il resto.

Dona ora! Sono le donazioni a consentire la nostra libertà di creazione.

La nostra missione – Officina Meraviglia

Officina – perché vogliamo diventare un vero e proprio laboratorio culturale

La missione a lungo termine della cooperativa Meraviglia sarà quella di recuperare un cinema-teatro risalente agli anni Trenta, a Vetralla, ora in stato di abbandono. Per consentire l’attuazione di questo sogno abbiamo bisogno di mettere a regime, negli anni, il lavoro della cooperativa con la partecipazione a bandi europei e ulteriori crowdfunding. Per ora, le vostre donazioni ci permetteranno di iniziare, alimentando la nostra creatività e mettendola in pratica.

Questa sarà un’iniziativa votata alla sperimentazione del contesto territoriale.

Le parole d’ordine sono innovazione e collettività, perché immaginiamo un miglioramento della comunità stessa, non meno una diversa percezione del concetto di cultura, risultati che saranno ottenuti anche attraverso il coinvolgimento di attività come:

  • servizi per lo spettacolo
  • servizi per la cultura e l’editoria
  • ristorazione con forniture a chilometro 0
  • aziende agricole di prodotti biologici e naturali.

Crediamo profondamente in questo progetto, nonché all’impatto sociale e ambientale che potrebbe avere sul territorio, con una rivitalizzazione del complesso sociale ed economico.

Finanzia la nostra innovazione, perché abbiamo bisogno di rivoluzionare le persone e la cultura.