Chi siamo

La costituenda Cooperativa di Comunità comprende persone provenienti da diverse esperienze, tutte impegnate nel settore della cultura, intesa nel significato più ampio del termine. I soci fondatori saranno: Davide Ghaleb (referente del progetto, attivo come editore da venti anni nel Comune di Vetralla), Elisabetta De Minicis (docente universitaria, si occupa di tutela e conservazione dei Beni Culturali), Elia Ghaleb (web-designer, grafico, fotografo e collaboratore della casa editrice), Pierlorenzo Togni (giornalista, fotografo e operatore turistico), Mauro Franceschi (referente della cooperativa sociale “i SEMI” che si occupa del centro di interpretazione dell’Eco Museo della Tuscia Rupestre del Comune di Vetralla – al quale aderiscono sette comuni della provincia di Viterbo), Stefano Paolocci (imprenditore dell’olio e proprietario di un frantoio tra i più antichi a Vetralla); Alessandro Lamoratta (web designer, consulente SEO e docente di chitarra).

Si intende poi avvalersi di collaborazioni con professionisti del teatro, come il regista Giuseppe Emiliani; del cinema, come il regista di documentari Gianfranco Pannone; del produttore Marco Muller; del regista Andrea Barzini; dei registi Andrea e Gabriele Bizzoni, autori dei filmati di presentazione del crowdfunding; dell’autore e sceneggiatore Sante Paolacci. Nel campo della narrazione, di Antonello Ricci e Marco D’Aureli e dell’Associazione Comunità Narranti, referente del Master di Narratori di Comunità; nel campo dell’insegnamento musicale, di Alessandro Lamoratta; nella musica jazz Luciano Orologi e Massimo Lattanzi; infine l’insegnante Gabriella Norcia per curare i contatti con gli istituti scolastici. Una rosa di persone, quindi, che si allargherà nel tempo e coprirà un ampio spettro di competenze. Lo stretto contatto con i gestori del ristorante “Da Benedetta” permetterà di far conoscere l’alto valore dell’enogastronomia locale. Infine la parte di programmazione cinematografica sarà curata da Alberto Patassini attuale gestore del cinema Excelsior di Vetralla. Il rapporto con le aziende locali sarà di primaria importanza per la buona riuscita del progetto: nel corso del tempo verranno contattate anche altre realtà imprenditoriali del luogo.


Officina Meraviglia